P. Romeo Ballan,
Passi di testimoni.
Calendario Missionario Universale
  • 15 S. Francisco Fernández de Capillas (1607-1648), sacerdote domenicano spagnolo, missionario nelle Filippine e poi in Cina, dove fu ucciso dai tàrtari Manciù. È il protomartire della Cina. Fu canonizzato assieme a numerosi altri martiri della Cina il 1°/10/2000.
  • S. Arnold Janssen (1837-1909), sacerdote tedesco, fondò a Steyl (Olanda) la Società missionaria del Verbo Divino (Svd-Verbiti), delle Serve dello Spirito Santo e delle Serve dello Spirito Santo dell’Adorazione perpetua.
  • Nascita di Martin Luther King ad Atlanta, Usa (1929): leader promotore dei diritti civili, integrazione razziale e nonviolenza attiva, premio Nobel della pace (1964), assassinato il 4/4/1968.
  • Ricordo di Olivier Clément (1921-2009), laico francese, battezzato nella Chiesa ortodossa, scrittore e promotore del dialogo ecumenico; fu uno degli osservatori laici al concilio Vaticano II.
  • In gennaio-febbraio: Feste del TET: Vari popoli dell’Estremo Oriente (Cina, Corea, Vietnam…) festeggiano il TET, o capodanno lunare; ringraziamento al Cielo: famiglia, lavoro pace e armonia sono i valori che si celebrano in questa lieta festività tradizionale, che dura vari giorni.

  • 16 Ss. Berardo e altri quattro francescani, i primi missionari mandati da S. Francesco in Marocco a predicare il Vangelo ai musulmani; furono uccisi a Marrakech (+1220) per ordine di un capo islamico. Sono i proto-martiri dell’Ordine francescano.
  • S. Giuseppe Vaz (1651-1711), sacerdote dell’Oratorio di S. Filippo Neri, nato a Goa (India), dove fondò l’Oratorio; fu un missionario instancabile in India e Sri Lanka.
  • Memoria di Roberto de Nobili (1577-1656), gesuita italiano nel sud dell’India, imparò varie lingue locali e adottò usi culturali indiani per annunciare il Vangelo in modo efficace, seguendo la metodologia missionaria di altri gesuiti in Oriente (Valignano, Ruggieri, Ricci, De Rhodes…).
  • B. Giuseppe Tovini (1841-1897), italiano di Brescia, voleva diventare missionario, studiò anche presso il Collegio Mazza a Verona, dove conobbe Daniele Comboni; sposato e padre di 10 figli, uomo d’intensa vita spirituale, fu un modello di apostolo laico nel sociale: scuola, avvocatura, giornalismo, politica, università, società operaie, fondatore di banche cooperative…

  • 17 S. Antonio abate, egiziano ultracentenario (+356), eremita nel deserto della Tebaide, chiamato “padre dei monaci”, famoso per santità e dono del consiglio; andò due volte ad Alessandria per confortare i cristiani perseguitati e difendere la fede. S. Atanasio ne scrisse la vita.
  • Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del Dialogo tra cattolici ed ebrei.
  • 18-25 Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. L’unità della Chiesa è finalizzata alla missione: uniti “affinché il mondo creda” (Gv 17,21). – (Vedi il tema e il sussidio per ogni anno).
  • 20 B. Cipriano (Michael) Iwene Tansi (1903-1964), parroco diocesano di Onitsha (Nigeria) e poi monaco trappista. Fu inviato in Inghilterra per prepararsi a introdurre la vita monastica e contemplativa in Nigeria, ma la morte lo colse durante l’inverno londinese.
  • 23 Memoria di Alessandro Valignano (1539-1606), gesuita italiano, missionario in Asia, visitatore e animatore dei gesuiti in Estremo Oriente (India, Giappone, Cina…), morto a Macao; fu ispiratore e promotore di una creativa metodologia missionaria di inculturazione e dialogo.
  • Ricordo di Khan Abdul Ghaffar Khan (Pakistan, 1890-1988), musulmano, leader politico e spirituale della non violenza, amico di Gandhi, attivista per l’indipendenza del Pakistan dalla Gran Bretagna

  • 22 S. Vincenzo Pallotti (1795-1850), sacerdote romano, fondatore della Società dell’apostolato cattolico (Sac), composta da laici, sacerdoti e suore. Promosse la vocazione di tutti i battezzati a lavorare insieme nella Chiesa, per far conoscere a tutti Cristo Salvatore.
  • B. Laura Vicuña, nata in Cile e morta in Argentina all’età di 13 anni (+1904), offrendo la sua vita per la conversione della mamma.
  • Memoria di Benedetto XV (Giacomo Della Chiesa, Papa: 1914-1922), strenuo operatore di pace durante e dopo la Prima guerra mondiale, che egli definì “inutile strage”. Nel 1917 pubblicò il Codice di Diritto canonico e nel 1919 la Lettera apostolica Maximum illud, “magna charta” per rilanciare la missione della Chiesa di annunciare il Vangelo ad gentes (vedi 30/11).
  • Memoria dell’Abbé Pierre (1912-2007), sacerdote francese, promotore di pace e solidarietà, fondatore delle comunità Emmaus.

P. Romeo Ballan,
Passi di testimoni.
Calendario Missionario Universale