“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Una parola, un granello di sale al giorno per dare sapore alla tua giornata.



17. Fonda la tua salvezza soltanto sulle opere che Dio compie in te
Considera, dunque, come fa la vergine Maria, che Dio opera anche nei tuoi confronti e che, di conseguenza, devi fondare la tua salvezza soltanto sulle opere che Dio compie in te e non su quelle che compie negli altri. Ma se tu vuoi essere aiutato dalla intercessione di altri, va bene, noi tutti dobbiamo pregare e operare l’un per l’altro, ma nessuno deve confidare in opere d’altri senza che Dio agisca in lui; anzi, ognuno deve porre la massima attenzione alle opere sue e di Dio, e non ad altro, come se ci fosse soltanto lui e Dio in cielo e sulla terra e Dio non avesse da operare con altri che con lui; soltanto in seguito potrà considerare anche le opere degli altri. Qui Maria ci dà un altro insegnamento. Ognuno deve essere il primo a voler lodare Iddio e a mettere in evidenza le opere che egli ha compiute in lui e poi deve lodare Dio anche nelle opere che ha compiute in altri. Così leggiamo che Paolo e Barnaba annunziarono agli apostoli le opere che Dio aveva fatte per mezzo di loro e gli apostoli, a loro volta, quelle che avevano fatte loro. (…)


dal Commento al Magnificat di Martin Luther, in italiano Martin Lutero (1483 1546), teologo tedesco e iniziatore della riforma protestante. Il suo Commento al Magnificat, scritto nel 1520, è particolarmente noto ed ha subito delle riletture dopo il Concilio Vaticano II. Oltre il suo interesse mariologico, l’opera testimonia l’intensa spiritualità di Lutero e il suo modo radicalmente nuovo di fare teologia.