PER PREGARE I SALMI, OGGI (2)
P. Carmelo Casile

File pdf:

II. SUGGERIMENTI PER INTRODURRE
E FACILITARE LA PREGHIERA DEI SALMI

Per pregare con i Salmi, sono utili alcuni suggerimenti per introdurre e facilitare la preghiera dei singoli Salmi. Qui viene presa in considerazione una serie di Salmi tra i più suggestivi, che potremmo chiamare Salmi della vita.

Questi suggerimenti includono per ogni Salmo: 

1. Il genere letterario e un titolo suggestivo

il primo aiuta ad assumere fin da principio l’atteggiamento spirituale più adatto per accogliere e pregare il Salmo; 

il secondo aiuta a trovare il senso e il clima proprio in cui si svolge il Salmo. 

2. La citazione di alcuni versetti del Nuovo Testamento:

il genere letterario e il titolo sono seguiti da alcuni testi del Nuovo Testamento, che aiutano a cogliere il legame strettissimo tra il Salterio e la preghiera cristiana, e guidano quindi alla scoperta della dimensione cristiana del Salmo che stiamo pregando. 

3. L’occasione del Salmo:

viene quindi indicata l’occasione del Salmo, che presenta situazioni e avvenimenti a tutti noti, perché fanno parte della vita di ciascuno con le sue bellezze e gioie, fatiche e amarezze…. 

«Sei mai rimasto incantato davanti alla bellezza di un bambino? Hai mai sentito la nostalgia? Hai visto qualche volta un muratore che costruiva un muro? Hai già provato la paura della guerra? Hai visto qualche volta un bambino dormire tra le braccia di sua madre? Prima di te, qualcun altro ha vissuto la vita e ha visto e provato tutte queste cose e molto di più. Per lui, questi fatti della vita hanno servito da svegliarino e lui si è ricordato di un’altra cosa. Si è ricordato di qualcuno che è più grande di tutto ciò e che sta alla radice di tutto: Dio. 

E così, per lui la vita con tutto ciò che essa possiede di bello e di triste, la natura con tutte le sue bellezze e minacce, con tutto ciò che fa ridere e piangere, è diventata trasparente come cristallo, rivelando e ricordando il Dio amico che chiama e interpella, anima e critica, sostiene e incoraggia. E, quasi senza accorgersene, queste cose della vita sono diventate il materiale e l’argomento di un dialogo sussurrato all’orecchio di questo Dio amico. Così sono nati i Salmi. Sono scaturiti dalla vita con Dio». 

L’autore dei Salmi, e con lui tutto un popolo in cammino per l’esistenza, fa delle cose della vita motivo di dialogo con Dio. Oggi i Salmi nati da questo dialogo, possono aiutare anche noi a trovare nella nostra vita motivi e materiale per stabilire un dialogo con Dio. Ci apriamo così all’interiorizzazione del Salmo, cioè a calarlo nel vissuto della nostra vita. 

4. Una pista per l’interiorizzazione del Salmo

infine viene suggerita una pista per facilitare l’interiorizzazione del Salmo. Può aiutarci ad aprire nuovi orizzonti nella nostra vita e portarci a vivere la vita quotidiana in una maggiore profondità. I Salmi infatti ci interpellano, ci scomodano e ci spingono alla ricerca delle risposte ai grandi appelli di Dio e degli uomini, in vista della nostra realizzazione personale e collettiva. Pregare i Salmi ha proprio come scopo aiutarci ad appropriarci del Salmo che stiamo pregando, a personalizzarlo secondo il momento che stiamo vivendo nel nostro cammino spirituale, e così vivere una vita coscientizzata dalla rivelazione della presenza di Dio, e camminare quindi nella vita mano nella mano con il Signore.

SALMO 1

Sapienziale: Le due strade

“Io sono la via; la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me (Gv 14,6)

Occasione del Salmo:

Le stradicciole del deserto e delle foreste vergini; alberi fantastici lungo il corso delle acque e foglie morte portate via dal vento. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: L’uomo ha davanti a sé due strade: il bene e il male. Dalla scelta che egli farà dipende il suo progresso e benessere. 

SALMO 2

Messianico: Gesù, re e signore degli uomini

Mi è stato dato ogni potere nel cielo e sulla terra” (Mt 28,18) 
“Tu lo dici: Io sono Re. Per questo sono nato e sono venuto al mondo” (Gv 18,37). 

Occasione del Salmo

a) Minacce di guerra e sfilata militare. 
b) La calma di chi è sicuro di vincere.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La minaccia del potere umano riesce a scuotere lo sforzo dei buoni. Ma è una minaccia ridicola. 

SALMO 3

Supplica: Niente ti turbi. 

“Se Dio è con noi, chi sarà contro di noi?”
Niente può separarci dall’amore di Dio che sta in Cristo Gesù” (Rom 8,31.39).

Occasione del Salmo

a) Il sonno tranquillo di chi ha la coscienza in pace. 
b) “Sono disperato! Non c’è via di uscita! Non so più che fare!”.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Per quanto buia sia la notte della vita, la tranquillità del riposo non deve essere turbata. 

SALMO 4

Canto di fiducia: La felicità viene dal Signore.

Tutto quanto chiederete al Padre mio in mio nome, lo farò” (Gv 14,13). 
Svegliati tu che dormi. Alzati tra i morti e il Cristo farà brillare su di te la sua luce” (Ef 5,14). 

Occasione del Salmo: Il sonno tranquillo di chi ha la coscienza in pace.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Se ci sentiamo in qualche modo felici, sappiamo che è dono di Dio e che abbiamo il dovere di comunicarlo agli altri.

SALMO 5

Supplica: La santità di Dio ci giudica.

Felici voi, che adesso piangete, perché riderete” (Lc 6,21). 
Guai a voi, che adesso ridete, perché conoscerete il lutto e il pianto” (Lc 6,25).

Occasione del Salmo: La coscienza tranquilla infonde coraggio per affrontare Dio, faccia a faccia.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La vera tranquillità consiste in una coscienza che non ci accusa in niente davanti a Dio e agli altri. 

SALMO 6

Supplica: Lamento all’amore fedele

Fino ad oggi non avete chiesto niente in mio nome. Chiedete e riceverete, perché la vostra gioia sia perfetta“ (Gv 16,24).
In lui abbiamo accesso al Padre, in uno stesso spirito” (Ef 2,18).

Occasione del Salmo

a) Perdere il sonno o per la tristezza o perla piena della gratitudine. 
b) A nessuno piace morire, e fa tutto il possibile per evitare la morte. 
c) Tutti muoiono, a poco a poco, e nessuno è ritornato dalla tomba per raccontare la storia. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Nella lotta quotidiana non dobbiamo avere paura di lamentarci davanti a Dio. 

SALMO 8

Inno: Uno sguardo sull’universo

In lui sono state create tutte le cose. Egli è l’immagine del Dio invisibile, il primogenito di tuta la creazione” (Col 1, 16.15).
La creazione attende ansiosamente la manifestazione dei figli di Dio” (Rom 8,19).

Occasione del Salmo:

a) Un bambino con due occhi stupendi.
b) Il chiaro di luna sul deserto e sulle foreste vergini, con tutte le stelle che nessuno riesce a contare.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La visione chiara delle cose alla luce di Dio purifica lo sguardo e ci permette di apprezzare l’incanto delle notti di luna.

SALMO 10 (11)

Salmo di fiducia: “Fuggire… Perché?”.

Posso tutto in colui che mi da forza” (Fil 4,13)
Nel mondo dovete soffrire, coraggio! Io ho vinto il mondo” (Gv 16,33).
Questa è la vittoria che vince il mondo: la nostra fede” (1Gv 5,4). 

Occasione del Salmo: La sicurezza e il coraggio di chi si sente protetto.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La fuga non è una soluzione. Bisogna continuare a lottare con fermezza. 

SALMO 11 (12)

Sapienziale: La falsità non può trionfare.

Coraggio: Io ho vinto il mondo” (Gv 16,33).
Nel giorno del giudizio gli uomini renderanno conto di tutte le parole inutili che avranno detto” (Mt 12,36).

Occasione del Salmo:

a) Gli uccelli che fuggono e svolazzano impauriti dal tiro dei cacciatori. 
b) Gente che trascina tutti nel suo discorso senza contenuto.
c) Il minerale, l’oro e l’argento che escono dal seno della terra. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: La falsità dei malandrini prevale il più delle volte; ma l’ultima parola non è della falsità. 

SALMO 12 (13)

Supplica: Quando Dio tace…

Mio Dio, mio Dio, perché mi hai abbandonato” (Mt 27,46).
Il servo non è più del suo padrone” (Gv 15,20).

Occasione del Salmo: “Nessuno mi ama! Neppure Dio sa che io esisto!”.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Quando Dio tace e ci abbandona, bisogna svegliarlo, ricordandogli che, se noi siamo sconfitti, anche lui lo sarà assieme a noi. 

SALMO 13 (14)

Sapienziale: Corruzione generale

Molti falsi profeti verranno e trascineranno molti nell’errore” (Mt 24,11).
Quando verrà il Figlio dell’Uomo troverà ancora fede sulla terra?” (Lc 8,8). 

Occasione del Salmo: Gente che dice apertamente: ”Dio non esiste”. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Anche se prevale la cattiveria nell’organizzazione del mondo, la vittoria finale sarà del bene. 

SALMO 14 (15)

Sapienziale: Esigenze della vocazione cristiana 

Chi dicesse: amo Dio, ma odia il suo fratello, è bugiardo” (1Gv 4,20). 
Abbiamo da Dio questo comandamento: chi ama Dio ami anche suo fratello” (1Gv 4,21). 

Occasione del Salmo: Gente che si impegna con gli altri.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Vivere l’amicizia con Dio comporta metterci in rapporto col prossimo. 

SALMO 18A (19A)

Il vostro Padre celeste fa nascere il sole sui cattivi come sui buoni” (Mt 5,45).
La città di Dio non ha bisogno di sole né di luna che la illuminino, perché la gloria di Dio la illumina e la sua luce è l’Agnello” (Apoc 21, 23). 

Occasione del Salmo: Il sole dell’aurora che si alza sfarzoso: niente riesce a rimanere nel buio.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Il sole sfolgorante in un giorno di vacanza è la cosa più bella della vita. Dio vuole essere questo sole nella vita dell’uomo.

SALMO 18B (19B)

Inno: La legge che libera.

Tutto ciò che volete che gli uomini facciano a voi, fatelo voi a loro. Questa è la legge e i profeti” (Mt 7, 12). 
Tutta le legge si racchiude in un precetto solo: amerai il prossimo come te stesso” (Gal 5,14). 

Occasione del Salmo: Il minerale, l’oro e l’argento che escono dal seno della terra.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Il cammino della felicità è spiegato e tracciato dalla legge di Dio, che non opprime, ma libera.

SALMO 22 (23)

Cantico di fiducia: Io sono il buon pastore.

Io sono il buon pastore. Il buon pastore dà la vita per le sue pecore” (Gv 10,11).
Io conosco le pecore che mi appartengono ed esse mi conoscono” (Gv 10,14).

Occasione del Salmo: Un gregge di pecore, tranquillamente sdraiato all’ombra e presso un ruscello.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Chi cammina così non manca di nulla, nonostante le valli e le depressioni della vita. 

SALMO 23 (24)

Inno: Il cammino verso Dio

Chi riceve voi riceve me, e chi riceve me riceve colui che mi ha andato” (Gv 10,40). 
Tute le volte che avete fatto ciò a uno di questi miei fratelli, l’avete fatto proprio a me” (Mt 25, 40).

Occasione del Salmo: Un giovane retto, giusto e impegnato.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Il cammino della felicità che si trova solo in Dio consiste in una vita onesta e sincera. 

SALMO 24 (25) 

Supplica: I cammini di Dio

A voi è stato rivelato il misero del regno di Dio…” (Mc 4,11).
Largo è il cammino che porta alla perdizione ma stretto e difficile il cammino che porta alla vita “ (Mt 7,13).

Occasione del Salmo: La carta stradale, che aiuta l’automobilista nella ricerca della strada giusta da seguire.

Per l’interiorizzazione del Salmo: In tutto quello che facciamo, la grande preoccupazione consiste nello scoprire il cammino per il quale Dio ci vuole condurre. 

SALMO 26A (27,1-6)

Salmo di fiducia: Il coraggio della fede

La fede consiste nel realizzare fin d’ora quello che si spera, è certezza rispetto a quello che non si vede” (Eb 11,1).
Corriamo alla lotta che ci viene proposta, con l’occhio fisso all’autore e perfezionatore della nostra fede, Gesù” (Eb 12,1). 

Occasione del Salmo

a) Sapere dove trovare un amico che ti accoglie e riceverne ospitalità.
b) Minacce di guerra e sfilata militare.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La forza che ci deve animare ogni momento è la nostra fede in Dio.

SALMO 26B (27,1-14)

Salmo di fiducia: La ricerca della presenza di Dio

Cercate Dio e fate di tutto per incontrarlo come a tastoni, perché in verità egli non è lontano da ciascuno di noi; in lui viviamo, ci muoviamo ed esistiamo” (At 17.27-28).

Occasione del Salmo: È raro che un padre abbandoni i suoi figli.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La vita non finisce col finire del giorno, ma continua come ricerca costante della presenza di Dio. 

SALMO 31A (32,1-7)

Azione di grazie: La pace della coscienza viene da Dio.

Ricevete lo Spirito Santo. Quelli ai quali perdonerete i peccati, saranno rimessi” (Gv 20, 22-23).
Cerco sempre di avere la coscienza immacolata davanti a Dio e agli uomini” (At 24, 16).

Occasione del Salmo:

a) L’afa soffocante dell’estate, che sfinisce tutti quanti.
b) Il peso della coscienza che ci rode dentro: accettare o soffocare?

Per l’interiorizzazione del Salmo: Se Dio è davvero il nostro amico, possiamo cercare preso di lui la pace della coscienza. 

SALMO 31B (32, 8-11)

Azione di grazie: Il Signore come compagno

Bisogna obbedire non solo per paura del castigo, ma anche per dovere di coscienza” (Rom 13,5).
Venite a me voi tutti che siete oppressi dl lavoro e sovraccarichi, e io vi solleverò” (Mt 11, 28). 

Occasione del Salmo: Cavalli e somari selvaggi, che obbediscono solo al dominio della cavezza.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La legge di Dio esige obbedienza libera e non consente una sottomissione servile, propria degli animali.

SALMO 32 (33)

Inno: Lode a Dio creatore

Tu sei degno, Signore nostro Dio, di ricevere l’onore, la gloria e la maestà, perché hai creato tutte le cose, e per tuo volere esistono e sono state create” (Ap 4,11). 

Occasione del Salmo

a) Un allegro circolo di amici che scherza e canta con la chitarra e i cembali.
b) Voler fare dipendere la sicurezza dalla forza delle armi.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Lodare Dio e sapere perché lo lodo è proprio dell’uomo intelligente. È segno di speranza. 

SALMO 33 (34)

Azione di grazie: Ai miei amici

Chiedo a voi, fratelli, di accettare queste parole amiche, benché siano brevi” (Eb 13, 32).
Perciò, fratelli miei tanto amati, continuate saldi nel Signore” (Fil 4,1).

Occasione del Salmo: Chi è amico non ha segreti, ma comunica agli altri i frutti della sua stessa esperienza. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Frutto dell’amicizia con Dio è la pace della coscienza. Chi trova questa pace nella sua vita, sente il bisogno di comunicare un po’ della sua felicità agli amici. 

SALMO 35 (36)

Sapienziale: Le scelte dell’uomo: Dio e il male.

Non regni dunque il peccato nel vostro corpo mortale, in modo che esso non vi domini” (Rom 6,12).
Il peccato non vi dominerà più, perché non state sotto la legge, ma sotto la grazia” (Rom 6, 14). 

Occasione del Salmo: Le piogge benefiche dopo la siccità.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La vita non ci permette di accomodarci, perché dovremo sempre scegliere tra il bene e il male. 

SALMO 40  41)

Supplica: Sfogo del povero

Felici voi, che siete poveri, perché il Regno di Dio vi appartiene” (Lc 6,20).
Lo Spirito del signore sta su di me, perché lui mi ha unto per portare la buona novella ai poveri” (Lc 4,18).

Occasione del Salmo:

a) Chi è malato e non può guarire chiede a Dio che lo guarisca (= una malattia incurabile).
b) Il povero canceroso, da cui tutti sfuggono, quando si ammala di cancro.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Chi prega non ha bisogno di cercare belle parole. Può sfogarsi e parlare come gli viene. Dio vuole sincerità. 

SALMI 41-42 (42-43)

Supplica: Nostalgia di Dio

Nessuno mai ha visto Dio. Un Dio Unigenito, che sta nel seno del Padre, questi lo ha fatto conoscere” (Gv 1,18).
Esperimento dentro di me una grande tensione: da una parte il desiderio di andarmene e stare con Cristo, che senza dubbio è la cosa migliore; dall’altra, la necessità di restare ancora con voi” (Fil, 1, 23-24). 

Occasione del Salmo

a) Rimpianti della terra e della gente di casa.
b) Una passeggiata sulle montagne: infinita solitudine tra il ruggire delle cateratte e il fragore dei torrenti. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Nostalgia e tristezza devono essere motivo di una più intensa ricerca di Dio.

Occasione del Salmo 42: Un agente segreto in veste di amico.

Per l’interiorizzazione del Salmo 42: La bugia si combatte con la verità. La verità si trova in Dio. 

SALMO 43 (44)

Lamentazione nazionale: Ma dunque Dio ci ha abbandonati? 

Dio ha amato così tanto il mondo, da consegnare il suo Figlio unigenito, affinché chi crede in lui non perisca, ma abbia la vita eterna” (Gv 3, 16).
Come se vedesse l’invisibile, è rimasto fedele….” (Eb 11,27).

Occasione del Salmo

a) “Nessuno mi ama, neppure Dio sa più che io esisto!”.
b) Bestie da macello, che ingrassano per essere ammazzate. Vanno al mattatoio senza saperlo. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: A volte sembra che Dio ci abbandoni. Dobbiamo avere il coraggio di esigere da lui l’impegno di assumere la vita insieme a noi. 

SALMO 45 (46)

Azione di grazie: “Mai più la guerra!”

Se Dio è dalla nostra parte, chi sarà contro di noi” (Rom 8, 31).
La signoria del nostro Dio e del suo Cristo si è stabilita su tutti, ed egli regnerà per i secoli dei secoli” (Ap 11, 15). 

Occasione del Salmo:

a) La fonte di acqua cristallina che è l’incanto del cantuccio per il riposo.
b) Paura della guerra, paura della bomba atomica, paura dell’anarchia, paura di tutto.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La sicurezza e il coraggio di vivere nascono dalla certezza che Dio sta con noi col suo potere e la sua fedeltà. 

SALMO 48 (49)

Sapienziale: Chi può comprare il silenzio?

Ma Dio gli disse: Stolto, questa notte stessa ti sarà presa l’anima tua, e tutto quello che hai ammassato a chi toccherà? Così succede a chi ha ammassato tesori per sé, invece di arricchirsene in vista di Dio” (Lc 12, 20-21).

Occasione del Salmo

a) Bestie da macello, che ingrassano per essere ammazzate. Vanno al mattatoio senza saperlo. 
b) Il ricco che muore: non trae profitto dalla ricchezza; di lui resta solo il nome sulle lapidi delle strade.
c) Chi entra in un negozio e non ha abbastanza denaro per comprare quello che vuole, non compra niente.
d) Gente di cui gli altri dicono: “Complimenti. Tu sì che hai saputo vivere!”. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Il pensiero della morte ci preserva dalla presunzione e ci dà maggiore coscienza della relatività del nostro sforzo. 

SALMO 49  (50)

Sapienziale. Un culto autentico al Dio vivo 

Ma viene l’ora, ed è questa, in cui i veri adoratori adorano il Padre in spirito e verità, sono questi gli adoratori che Dio ama” (Gv 4, 23). 
“… lascia la tua offerta davanti all’altare e và prima a riconciliarti col tuo fratello” (Mt 5,24). 

Occasione del Salmo

a) Gente che sa a memoria i comandamenti, ma non li mette in pratica.
b) Tempesta, lampi e piogge torrenziali.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Siamo tentati di nasconderci dietro i riti e le pratiche di pietà; ma Dio vuole sincerità in tutto quello che facciamo. 

SALMO 50  (51)

Supplica: Sapienza dell’umiltà e della contrizione

Voglio partire, voglio andare da mio padre e dirgli: Padre, ho peccato contro il cielo e contro di te; non merito più di essere chiamato tuo figlio” (Lc 15, 18).
Si è compiuto il Regno di Dio: convertitevi e credete al Vangelo” (Mc 1,15).

Occasione del Salmo: 

a) Gente che si preoccupa di offrire grandi sacrifici, ma poi non sa di fatto che cosa Dio vuole da lei.
b) Il peso della coscienza che ci rode dentro: accettare o soffocare?

Per l’interiorizzazione del Salmo: Sbagliare è umano, ma il perdono è possibile, perdono che nasce dal riconoscimento della colpa davanti a Dio. 

SALMO 57 (58) 

Inno: C’è un Dio che giudica gli uomini.

Felici i perseguitati per causa della giustizia, perché di loro è il Regno dei cieli” (Mt 5, 10). 
Ciascuno sarà giudicato secondo e sue opere” (Ap 20,13).

Occasione del Salmo: L’ingiustizia sembra senza rimedio: quanta gente soffre per questo?

Per l’interiorizzazione del Salmo: Lasciamo a Dio il giudizio degli altri, ma bisogna chiedere con insistenza la venuta di questo giudizio. 

SALMO 62  (63)

Azione di grazie: “Io mi aggrappo a te, Signore”.

Rimanete in me come io in voi” (Gv 15, 4).
Se osserverete i miei comandamenti, resterete nel mio amore” (Gv 15, 10). 

Occasione del Salmo

a) Un papà che porta il figlioletto sulle spalle, e il figlio che si aggrappa stretto al collo del papà.
b) La terra riarsa, spaccata dalla siccità, in attesa della pioggia che le dà nuova vita.
c) Perdere il sonno o per la tristezza o per la piena della gratitudine. 
d) Una gioia così grande che fa venire la voglia di saltare e di cantare. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Attraversiamo sicuri la notte della crisi e dell’insicurezza, aggrappati a Dio che è la gioia della nostra vita. 

SALMO 66 (67) 

Inno: La benedizione del Dio salvatore

Benedetto sia Dio, il Padre di nostro Signore Gesù Cristo! Nella sua grande misericordia, egli ci ha fatto rinascere trai morti, per la risurrezione di Gesù Cristo, verso una speranza viva” (1Pt, 1,3). 

Occasione del Salmo: Un campo di grano che dà un abbondante raccolto.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Se Dio benedice il nostro lavoro, i nostri sforzi produrranno abbondanti frutti. 

SALMO 71 (72)

Messianico: Gesù Cristo, il re della pace 

Cristo è venuto ad annunciare la pace a voi, che stavate lontani, e anche a quelli che stavano vicini” (Ef 2, 17). 
“Egli è la vostra pace” (Ef 2, 14).

Occasione del Salmo

a) La pioggia e la rugiada, che vengono a irrigare la terra, aiutandola a produrre i suoi frutti. 
b) Le spighe di grano maturo, ondeggianti nei campi sotto il soffio del vento. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: La speranza è ultima a morire. Non possiamo mai dubitare della vittoria del bene e della pace sulla guerra e la disunione. 

SALMO 72 (73)

Sapienziale: La sfida del male 

Maestro, chi ha peccato lui o i suoi genitori, perché nascesse cieco?” (Gv 9,2). 
Non ci fissiamo sulle cose che si vedono, ma piuttosto in quelle che non si vedono. Perché le cose che si vedono sono temporali, mentre quelle che non si vedono sono eterne” (2Cor 4, 18). 

Occasione del Salmo

a) Svegliarsi di soprassalto e cacciare via un incubo doloroso.
b) Il povero che ha invidia dei ricchi: è ignorante come un animale.
c) Chi è povero ha invidia dei ricchi.
d) L’ingiustizia e la disonestà procurano benessere a molti: quanti però si ribellano a questo fatto fino al punto di perdere la fede?

Per l’interiorizzazione del Salmo: La realtà è differente dall’ideale della fede e provoca una crisi, che deve essere superata con la costante ricerca di Dio.

SALMO 80 (81)

Inno: Io, il Signore, sono il tuo Dio.

Dio è fedele, non permetterà che siate tentati al di là delle vostre forze2 (1Cor 10, 13).
Egli è fedele, il Dio che vi ha chiamato alla comunione di suo Figlio Gesù Cristo, nostro signore” (1Cor 1, 9). 

Occasione del Salmo

a) Un allegro circolo di amici, che scherza e canta con la chitarra e i cembali.
b) Molte volte l’uomo è cocciuto, impara solo a sue spese e a forza di testate. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Il grande pericolo è mettere la speranza in un appoggio fittizio e cambiare Dio con gli idoli della vita moderna. 

SALMO 81 (82)

Sapienziale: Condanna dell’ingiustizia

I farisei impongono pesanti e schiaccianti fardelli e ne caricano le spalle degli uomini, ma poi loro non li vogliono muovere neppure con la punta di un dito” (Mt 23, 4). 
Questi saranno giudicati più severamente” (Mc 12, 40). 

Occasione del Salmo: Chi è povero ha invidia dei ricchi. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Coloro che adesso dominano gli uomini con l’ingiustizia non meritano la nostra invidia. La giustizia di Dio vincerà. 

SALMO 83 (84)

Inno: La gioia del convito col Signore.

Distruggete questo tempio e in tre giorni lo innalzerò di nuovo; Gesù diceva queste cose riferendosi al tempio del suo corpo” (Gv 2, 19-21).
Come altrettante pietre vive, anche voi diventate il materiale di questo edificio spirituale, un sacerdozio santo, che offre vittime spirituali, gradite a Dio, per Gesù Cristo” (1Pt 2,5).

Occasione del Salmo: 

a) La gioia di stare in casa insieme ai tuoi cari; tutti intorno al tavolo per la cena. 
b) Il sole dell’aurora, che si alza sfarzoso: niente riesce a rimanere nel buio.
c) Una gioia intima, che rende il mondo più bello, “trasforma valli aride” in boschi deliziosi.
d) Le rondinelle che fanno il nido sotto le grondaie delle antiche chiese.  
e) La pioggia di primavera, che riempie di nuovo le cisterne e le fonti disseccate. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Per chi ha incontrato Dio nella vita, la vita stessa diventa felice e meravigliosa, perché il Signore la vive insieme con noi. 

SALMO 84 (85) 

Messianico: Giustizia e pace  

Il Regno di Dio non è bevanda né cibo, ma giustizia, pace e godimento nello spirito Santo” (Rom 14,17). 
I frutti della giustizia si seminano nella pace, per coloro che praticano la pace” (Gc 3, 8). 

Occasione del Salmo:

a) La pioggia e la rugiada che vengono a irrigare la terra, aiutandola a produrre i suoi frutti. 
b) L’amicizia, quando è sincera, possiamo esigerla anche da Dio. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: La vita passa e passa rapidamente.

SALMO 94 (95) 

Inno: Sentire oggi la voce di Dio 

Avete ricevuta la parola di Dio, che avete ascoltato da noi. L’avete ricevuta non come parola di uomini, ma come realmente è: Parola di Dio che agisce efficacemente in voi che avete creduto” (1Tes 2, 13).
La parola di Dio è viva ed efficace, più penetrante di una spada a due tagli. Penetra fino al confine dell’anima e del corpo” (Eb 4, 12).

Occasione del Salmo: Montagne alte e immobili, verdi colline, mare sconfinato, terra ferma. La montagna non crolla, il mare non oltrepassa i confini.

Per l’interiorizzazione del Salmo: All’inizio del giorno l’uomo deve ascoltare quello che Dio ha da dirgli. Oggi Dio parla attraverso la vita. 

SALMO 96  (97) 

Inno: “Il nostro Dio domina tutto”. 

E quando tutto sarà soggetto a lui, allora anche lo stesso Figlio renderà omaggio a colui che gli assoggettò tutte le cose. Così Dio sarà tutto in tutti” (1Cor 15, 28). 
Ti diamo grazie, Signore, Dio dominatore, che sei e che eri, perché hai assunto la pienezza del tuo potere regale” (Ap 11, 17). 

Occasione del Salmo: Tempeste, lampi e piogge torrenziali.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Il coraggio di vivere viene dalla certezza che il nostro Dio domina tutto e che la sua presenza ci accompagna. 

SALMO 100 (101) 

Sapienziale: Vivere la giustizia e l’amore  

Abbiate in voi gli stessi sentimenti che animarono Gesù Cristo” (Fil 2, 5)
Diventate miei imitatori, come io lo sono di Cristo” (1Cor 11 ,1). 

Occasione del Salmo: Gente che si impegna con gli altri.

Per l’interiorizzazione del Salmo: È necessario prevedere e organizzare la vita e avere il coraggio di assumere questo impegno di vita di fronte a Dio. 

SALMO 102 (103) 

Inno: È necessario lodare il Signore. 

Benedetto sia il Dio e Padre di nostro signore Gesù Cristo, il Padre della misericordia e il Dio di ogni consolazione” (2Cor 1, 3). 
Cantate e lodate l signore con tutto il Cuore” (Ef 5, 19). 

Occasione del Salmo: L’erba del campo, che oggi cresce e domani è già secca. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Al termine di una settimana, bisogna dire una parola di ringraziamento a Dio. 

SALMO 113B (115) 

Sapienziale: Qual è il vostro Dio?

Non c’è che un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo. C’è un solo Dio e Padre di tutti, che sta al di sopra di tutti e abita in tutti” (Ef 4, 1-6). 
Amerai il Signore, tuo Dio, con tutto il tuo cuore” (Mt 22, 37). 

Occasione del Salmo

a) Vivere con vitalità piena qui, su questa terra degli uomini.
b) Gente che vive solo correndo dietro al denaro, al potere, ai piaceri. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: La scelta tra Dio e gli idoli non si fa una volta per tutte, ma deve essere rinnovata ogni giorno. 

SALMO 114 (116, 1-9)

Azione di grazie: Grazie, signore!

Io ti ringrazio, Padre, Signore del cielo e della terra, per avere nascosto queste cose ai sapienti e prudenti e averle rivelate ai semplici” (Mt 11, 25).

Occasione del Salmo: La constatazione che dalla prova nasce il progresso della persona. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: In molte circostanze della vita l’unica cosa che ci resta da fare è dire: “Grazie!”. Alla fine di ogni giornata ci sono tanti motivi che ci obbligano a dire:”Grazie, Signore!”. 

SALMO 116  (117) 

Inno: Lode universale

Che ogni lingua confessi per la gloria di Dio Padre che Gesù Cristo è il Signore” (Fil 2, 11). 

Occasione del Salmo: La bontà, la giustizia, l‘amore, la generosità nell’impegno per gli altri di coloro che si dichiarano atei. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Per chi ha trovato Dio nella vita, tutta la natura sembra trasformata in un inno di lode al Creatore. 

SALMO 118, 89-96 (119)

Inno: Riflessioni sulla legge di Dio.

Così la legge è diventata nostro maestro, col compito di portarci a Cristo, affinché siamo giustificati nella fede” (Gal 3,24).
La pienezza della legge è l’amore” (Rom 13, 10). d

Occasione del Salmo: I fari della macchina, che squarciano l’oscurità e illuminano la strada davanti.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La parola e la legge di Dio devono essere il criterio che orienta il nostro lavoro verso la felicità. 

SALMO 119 (120)

Canto: Mio grande desiderio: la pace.

Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Io ve la do non come la dà il mondo” (Gv 14, 27). 
Felici coloro che costruiscono la pace, perché saranno chiamati figli di Dio” (Mt 5, 9). 

Occasione del Salmo: Gente che ha un ideale, ed è capace di soffrire e lottare per esso.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Non tutti la pensano come noi. Hanno idee differenti. Ciononostante dobbiamo continuare a costruire la vera pace. 

SALMO 120 (121) 

Canto. Fianco a fianco con Dio 

Resta con noi perché scende la sera e il giorno sta arrivando alla fine” (Lc 24, 29).
Il nostro cuore ardeva quando lui ci parlava lungo la strada” (Lc 24, 32). 

Occasione del Salmo

a) Un lungo viaggio: dietro ogni orizzonte ne sorge un altro, più lontano ancora. 
b) Nessuno riesce a liberarsi dalla sua ombra. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: È importante sapere che Dio cammina al nostro fianco lungo la strada della vita.

SALMO 121 (122) 

Canto: Di fronte a Gerusalemme

La città santa, la nuova Gerusalemme, l’ho vista scendere dal cielo, dov’era presso Dio, agghindata come una sposa preparata per lo sposo… E una voce diceva: ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini: abiterà con loro e saranno il suo popolo ed egli sarà il Dio-con-loro” (Ap 21, 2-3).

Occasione del Salmo:

a) Famiglie che emigrano in cerca di una vita migliore.
b) La piazza di S. Pietro gremita di gente che aspetta che il Papa appaia alla finestra.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Gerusalemme è il simbolo del nostro futuro. Fissando gli occhi nel futuro avremo un ideale nella vita. 

SALMO 122 (123)

Canto: Con gli occhi fissi nel Signore  

Maria, sorella di Marta, seduta ai piedi del Signore, ascoltava la parola” (Lc 10, 39) 
Tu ti affliggi e ti inquieti per molte cose, ma una sola cosa è necessaria” (Lc 10, 41).

Occasione del Salmo: Servo e padrone.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Noi dipendiamo da Dio. Solo con gli occhi fissi in lui possiamo camminare con sicurezza e affrontare la vita. 

SALMO 123 (124) 

Canto: Se il Signore non stesse con noi… 

Egli ci ha strappato dal potere delle tenebre e ci ha trasferiti nel Regno di suo Figlio molto amato, nel quale abbiamo la redenzione e la remissione dei peccati” (Col 1, 13). 
Non aver aura, piccolo gregge” (Lc 13, 32).

Occasione del Salmo

a) Il trabocchetto sfondato (la rete sfondata), che restituisce la libertà al passerotto imprigionato.

b) Inondazioni che travolgono tutto quanto incontrano. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Per quanto migliore sia la nostra situazione, siamo sempre come gente che è appena scampata da un grande disastro. 

SALMO 125 (126) 

Canto: Il Signore farà grandi cose per noi…

Sono sicuro che le sofferenze della vita presente non hanno niente a che vedere con la gloria futura che ci deve essere manifestata” (Rom 8, 18).
Se crediamo che Gesù è morto e risuscitato, dobbiamo credere pure che Dio risusciterà, per Gesù e con Gesù, quelli che sono morti” (1Tes 4, 14). 

Occasione del Salmo: 

a) Il risveglio del deserto e delle foreste vergini, inondati da un acquazzone improvviso.
b) Il contadino che semina con fatica, per raccogliere con gioia. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Il ricordo del passato, delle cose fatte da Dio, infonde coraggio per seminare nel dolore e raccogliere il futuro.

SALMO 126 (127) 

Canto. Tutto è dono di Dio.

Che cosa ti fa essere superiore? E che cosa hai che non abbia ricevuto? Ma se l’hai ricevuto, perché te ne glori, come se non l’avessi ricevuto?” (1Cor 4, 7). 
Regni nei vostri cuori la pace di Cristo e mostratevi grati!” (Col 3, 15). 

Occasione del Salmo: 

a) Un muratore che innalza una parete e costruisce una casa. 
b) Un poliziotto che dirige il traffico e mantiene l’ordine.
c) Alzarsi col gallo e lavorare fino a notte intorta… Ma che scopo?

Per l’interiorizzazione del Salmo. Per evitare ogni nevrosi o esaurimento nervoso bisogna avere una coscienza viva della relatività delle cose. 

SALMO 127 (128) 

Canto: La felicità che Dio offre.

Per questo l’uomo lascerà il padre e la madre e si unirà alla sua dona e saranno due in una sola carne. È grande questo mistero: lo dico in rapporto a Cristo e alla Chiesa” (Ef 5,31-32). “Chi non vuole lavorare non mangi” (2Tes 3, 10).

Occasione del Salmo

a) La gioia di stare in casa insieme ai tuoi cari; tutti al tavolo, per la cena.
b) Lavorare sempre, ma lavorare perché?

Per l’interiorizzazione del Salmo: La felicità che Dio ci promette potremo raggiungerla solo come frutto del nostro lavoro. 

SALMO 129 (130) 

Canto di speranza: Preghiera dell’uomo penitente

Fate penitenza… (Mt 3, 2 ).
Se uno pecca, abbiamo un intercessore presso il Padre: Gesù Cristo, il Giusto. Egli è l’espiazione per i nostri peccati” (1Gv 2, 1). 

Occasione del Salmo: Una guardia notturna, che cammina a passi lenti per la strada, aspettando il sorgere del giorno. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Quando alla sera sentiamo il peso della coscienza, dobbiamo cercare la parola amica che ci libera. 

SALMO 130 (131) 

Canto: L’uomo maturo di fronte al Signore 

Alcuni egli ha costituito apostoli, altri profeti, altri evangelisti, pastori, dottori, proponendosi il perfezionamento dei cristiani e il lavoro necessario per costruire il corpo di Cristo, fino a che tutti siano arrivati all’unità della fede e della conoscenza del Figlio di Dio e raggiungano lo stato di uomo perfetto, la statura della maturità di Cristo” (Ef 4, 1-13). 

Occasione del Salmo: Un bambino che dorme tranquillo in braccio alla mamma. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: La maturità di fronte a Dio è frutto di una lunga lotta dell’uomo, che ha saputo incontrarsi con se stesso.

SALMO 136 (137)

Canto dei deportati: Lontano da Gerusalemme 

Gemiamo in questa tenda, desiderando ardentemente rivestire sopra di essa la nostra abitazione celeste” (2Cor 5, 2).
Ho desiderio di andarmene per stare con Cristo” (Fil 1, 23).

Occasione del Salmo

a) Rimpianti della terra e della gente di casa.
b) Chi è vittima di una offerta prepara la vendetta.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Nostalgie e risentimenti possono causare insonnie, ma possono anche aiutare a scoprire i veri valori. 

SALMO 137 (138) 

Canto: Al di sopra di tutti il Signore

Tutto ciò che per me era vantaggio, lo ho considerato dannoso per causa di Cristo” (Fil 3,7). 
Dimenticando quello che lascio dietro di me e avanzando verso quello che ho davanti, proseguo verso la meta, per raggiungere il premio della sovrana vocazione di Dio, in Cristo Gesù” (Fil 3, 13-14).

Occasione del Salmo: Gente di parola, che assume le esigenze della vita. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: È necessario rinnovare e assumere ogni giorno l’impegno della nostra fede di fronte a Dio. 

SALMO 138 (139)

Canto sapienziale: Il mistero più grande

O abisso delle ricchezze, della sapienza e della scienza di Dio! Come sono imperscrutabili i suoi giudizi e impenetrabili i suoi cammini” (Rom 11, 33). 
Hai nascosto queste cose ai saggi e ai sapienti e le hai rivelate ai piccoli. Così è piaciuto a te” (Mt 11, 25). 

Occasione del Salmo: Le tenebre della notte che atterriscono, piene di minaccia.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Vivendo la vita, dobbiamo avere gli occhi aperti sulla bellezza e il mistero delle cose. C’è dentro un messaggio.

SALMO 141 (142) 

Supplica: Abbandonato dagli uomini.

Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me” (Gv 15, 18). 
Nel mondo avrete afflizioni, ma abbiate fiducia: io ho vinto il mondo” (Gv 16, 33). 

Occasione del Salmo

a) “Sono solo e abbandonato, di fuori i nemici, di dentro un vuoto spaventoso!”. 
b) Nel cuore delle nostre città, dove vivono migliaia di uomini, c’è molta gente che soffre la solitudine, abbandonata da tutti. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Può succedere che restiamo completamente abbandonati da tutti. Dio non abbandona mai. 

SALMO 142 (143) 

Supplica: Sono tuo amico, Signore!

Cristo è passato per stesse prove nostre, eccetto il peccato… Nel tempo della sua vita mortale ha innalzato preghiere e suppliche, tra gemiti e lacrime, a colui che lo poteva salvare dalla morte ed è stato ascoltato per la sua fede” (Eb 4, 15; 5, 7).
Accostiamoci dunque con fiducia al trono della grazia per ottenere misericordia e conserviamo salda la nostra fede” (Eb 4, 16.14). 

Occasione del Salmo: L’amicizia, quando è sincera, possiamo esigerla anche da Dio. 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Considerarsi amico di Dio e mandare la vita avanti, con coraggio. 

SALMO 145 (146)

Inno: Dio mantiene la sua parola. 

Siate perfetti come il Padre vostro è perfetto” (Mt 5, 48).
Siate misericordiosi come il padre vostro è misericordioso” (Lc 6, 36).
Se qualcuno dicesse: ‘Amo Dio’, ma poi odia suo fratello, è bugiardo” (1Gv 4, 20).

Occasione del Salmo: Come fare per opporsi alle ingiustizie praticate contro tanti nostri fratelli?

Per l’interiorizzazione del Salmo: Dio vuole essere il sole che rischiara e riscalda la vita dell’uomo. E Dio mantiene la sua parola. Noi dobbiamo essere il riflesso di questo sole nella vita dell’uomo.

SALMO 146 (147, 1-11) 

Inno: Questo è il nostro Dio.

Dio è più grande della nostra coscienza, e conosce tutte la cose” (1Gv 3,20).
Nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vuole rivelarlo” (Mt 11, 27).

Occasione del Salmo

a) Il chiaro di luna sul deserto e sulle foreste vergini, con tutte la stelle che nessuno riesce a contare. 
b) I duri esercizi dei soldati per diventare abili nella lotta. 
c) Come fare per opporsi alle ingiustizie praticate contro tanti nostri fratelli? 

Per l’interiorizzazione del Salmo: Abbiamo il dovere di lodare Dio, che dobbiamo imitare, se vogliamo migliorare il mondo. 

SALMO 147 (147, 1-11) 

Inno: Gerusalemme, la città della pace.

Dio lo risuscitò il terzo giorno e volle che si manifestasse non a tutto il popolo, ma ai testimoni che Dio aveva predestinato, a noi che abbiamo mangiato e bevuto con lui dopo la sua risurrezione” (At 10, 40-41). 
Sarete miei testimoni a Gerusalemme, in tutta la Samaria e fino ai confini della terra” (At 1, 9). 

Occasione del Salmo: Brina, ghiaccio, neve: un freddo da non poter resistere.

Per l’interiorizzazione del Salmo: Gerusalemme vuol dire «Città della Pace». La pace futura, Dio già la sta costruendo attraverso il nostro lavoro. 

SALMO 148  

Inno di lode: La lode delle creature

Dio l’ha esaltato sovranamente e gli ha dato un nome che sta al di sopra di un altro nome, affinché al nome di Gesù si pieghino tutti i ginocchi nel cielo, sulla terra e negli inferi. E ogni lingua confessi per la gloria di Dio Padre che Gesù è il signore” (Fil 2, 9-11).

Occasione del Salmo: Una gioia così grande che fa venire la voglia di invitare perfino gli animali e le cose per cantare.

Per l’interiorizzazione del Salmo: La gioia interiore che nasce così nell’uomo, trasforma il mondo in un inno di lode, al quale tutti prendono parte. 

P. Carmelo Cwasile
Casavatore
, settembre 2022