Dopo alcuni giorni di (lenta ma serena) agonia, si è spento a Castel D’Azzano  (Verona) il nostro confratello P. Efrem Agostini, nella notte tra sabato e domenica, sotto lo sguardo di suo fratello P. Germano.
Questa mattina abbiamo celebrato il suo funerale. L’ha presieduto P. José Manuel Garcia, comboniano  messicano, che ha vissuto con P. Efrem a La Paz (Bassa California), e qui presente per qualche tempo (in attesa del visto di ingresso negli USA). All’inizio dell’eucaristia, il superiore della comunità, P. Renzo Piazza,  ha ricordato P. Efrem così:


Agostini Efrem (2) - Copia

Funerale di P. Efrem Agostini
9 ottobre 2018

Sabato sera prima di coricarmi sono andato a visitare P. Efrem per recitare un’ultima preghiera. Dal suo respiro si capiva che l’incontro con sorella Morte era imminente. Ho chiesto al Signore: “Fa’ che arrivi fino a domani, alla domenica del Rosario: potrà festeggiare il 76° anniversario di consacrazione religiosa….” Poco dopo spirava: la mezzanotte era passata da 15 minuti…” Ha potuto festeggiare l’anniversario in compagnia del Signore.

P. Efrem, nato a Fai della Paganella 95 anni fa apparteneva a una famiglia speciale: sei figli, di cui tre sacerdoti: un diocesano, Iginio, Efrem e Germano, comboniani.

Daniele Comboni così scriveva a suo padre: “Quali sono que’ genitori che più perfettamente soddisfano ed adempiono la loro Missione? Napoleone diceva: quelli che danno più figli allo Stato, un antico filosofo soggiungeva: quelli che danno più figli alla patria, e la nostra religione santissima invece asserisce che adempiono più perfettamente alla loro Missione quei genitori che procreano figli al cielo. Ora non siete voi forse di quest’ultimi?”

Benedetta la famiglia degli Agostini, che ha adempiuto la sua missione e ha “procreato tre figli al cielo”, tra i quali rimane oggi il solo P. Germano. A lui presentiamo le nostre fraterne condoglianze, mentre offriamo la nostra preghiera a Dio perché doni la ricompensa sperata al fratello Efrem e a lui consolazione e pace.

P. Efrem ha festeggiato quest’anno 70 anni di ordinazione sacerdotale, trascorsi parte in Italia, nell’animazione missionaria (16) e 43 in Messico. Gli ultimi 10 anni li ha passati nelle case di riposo di Arco, Casa Madre e Castel d’Azzano, sereno, sorridente, amante del canto e della compagnia dei confratelli.

La provvidenza di Dio ha voluto che al momento della sua scomparsa ci fosse casualmente in comunità il P. José Manuel Garcia, messicano, che ha vissuto e lavorato con lui nella stessa comunità di La Paz in Bassa California. Siamo lieti di potergli affidare il compito di dargli l’ultimo saluto.

Un grazie cordiale ai confratelli delle comunità vicine che si sono uniti a noi nella preghiera. E grazie a tutto il personale che in questi anni ha assistito, curato e accompagnato il P. Efrem.