Quaresima, giorno per giorno, con i Padri del Deserto.
EPIFANIO, vescovo di Cipro
Nacque verso il 315 a Eleuteropoli in Palestina e probabilmente fu discepolo del grande Ilarione, il patriarca dei monaci di Terra Santa. Praticò il monachesimo in Egitto, prima di fondare un monastero a Besandûk, a metà strada fra Gaza e Gerusalemme. Di qui venne tratto nel 367 per essere creato vescovo di Costanza (Salamina) in Cipro, ove diede forte incremento alla vita monastica.


essere in pace con tutti

23. La tua vita è migliore della mia

 Una volta il santo Epifanio, vescovo di Cipro, mandò a chiamare il padre Ilarione: «Vieni, incontriamoci prima di uscire dal corpo». Egli venne da lui e gioirono insieme. A pranzo furono serviti degli uccelli. Il vescovo ne porse al padre Ilarione che protestò: «Perdonami, da quando ho indossato l’abito monastico non ho più mangiato animali uccisi». E il vescovo a lui: «Io invece, da quando ho indossato l’abito monastico, non ho mai permesso che qualcuno si addormentasse senza essere in pace con me, né io mi sono addormentato senza essere in pace con qualcuno» [Cf. Mt 5, 22s.; Ef 4, 26]. «Perdonami – disse l’anziano –, la tua vita è migliore della mia» (164c; PJ IV, 15).