«Fiesta Paraguay», il Papa è arrivato ad Asuncion.

Ultima tappa del viaggio apostolico del Pontefice in America Latina.

Il Papa in Paraguay

Nonostante la pioggia, è un fine settimana di «fiesta» ad Asuncion. L’aereo con a bordo il Papa è atterrato all’aeroporto «Silvio Pettirossi» della capitale paraguaiana, atteso dalle autorità e tanti fedeli, inclusi un coro di bambini e il gruppo musicale «Los Nazarenos» che ha interpretato la canzone «Gracias Santo Padre».

Dopo l’arrivo in Nunziatura, il Papa incontrerà in una visita di cortesia il capo dello Stato, l’imprenditore Horacio Cartes, nel palazzo presidenziale, dove terrà il suo primo discorso pubblico. Per il Paese è la prima visita di un Pontefice dopo quella fatta 27 anni fa da Giovanni Paolo II.

Per essere vicini al Papa in questi giorni sono giunti fedeli di diversi punti del Paese, tra i quali un gruppo di 150 indios «ayoreos» e «maskoy» della regione dell’alto Paraguay, arrivati in Asuncion su una barca dopo ore di navigazione.

La stampa locale ricorda tra l’altro «l’ammirazione del Papa nei confronti del nostro Paese». Bergoglio ha lavorato per anni «con i migranti paraguaiani mentre era arcivescovo di Buenos Aires», precisa il quotidiano Abc, che ricorda «la grande stima di Bergoglio nei confronti delle donne paraguaiane: conosce il loro coraggio e la capacità di sacrificio nei momenti di difficoltà del Paese».

Il Papa ha tra l’altro in programma un incontro con le figlie della paraguaiana Esther Balestrino, tra i tanti «desaparecidos» durante la dittatura argentina degli anni ’70. Bergoglio, che era stato suo assistente quando giovanissimo lavorava in un laboratorio, l’ha sempre ricordata con affetto e ammirazione.

Tanti gli argentini giunti ad Asuncion dalle parrocchie e le villas miserias di Buenos Aires: tra questi c’è don José Maria Di Paola, meglio noto come «padre Pepe», amico di vecchia data dell’allora cardinale Bergoglio.

A garantire per le strade della capitale la sicurezza del Papa sono circa 17mila uomini, tra poliziotti e militari.

Il Paraguay è l’ultima tappa del lungo viaggio del Pontefice in Sud Americana, dopo le visite in Ecuador e quella, appena conclusa, in Bolivia.

Vaticaninsider 10/07/2015